PROGETTO PER L’AMPLIAMENTO DEL MUSEO DI BERLINO


titolo/title berlin museum


luogo/ location Berlino- Germania

 

data/date 1990


progetto/project architetto Daniel Libeskind, architetto Attilio Terra- gni,  architetto Donald bates, architetto Marina Stankovic, architetto Marco Vido


cliente/client IBA Citta’ di Berlino

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto vincitore del concorso internazionale per l’ampliamento del Museo di Berlino.
Progettato a Milano, il museo esprime l’idea che la tragedia di ogni olocausto con uno spazio vuoto, indicibile e inaccessibile, posto nella spina dorsale della costruzione, che ne condiziona l’organizzazione e la fruizione, sempre rimanendone contemporaneamente all’esterno e all’interno. Il vuoto delle tragedie storiche è uno spazio generato dall’intersezione di due linee, una zigzagante di 140 metri di lunghezza, a sezione variabile, e una diritta, a sezione costante, entrambe di 22 metri d’altezza. Il vuoto diventa così una serie di vuoti lungo la linea della costruzione, nei quali l’architettura abbandona ogni geometria cartesiana e non è più percorribile.

 

Winner project in the international competition for the extension of the Berlin Museum.
Designed in Milan, the museum expresses the idea that the tragedy of the Holocaust with a void space, indescribable and inaccessible place in the spine of the building, in order to influence the organization and enjoyment, always been simultaneously outside and inter- nal. The void of historical tragedies is a space created by the intersection of two lines, a zigzag line of 140 meters long, with angled sections, and a straight line, with a constant cross-section, of 22 meters high. The vacuum thus becomes a series of voids along the line of the construction, in which the architecture abandons all cartesian geometry and is no longer practicable. 

FOTOGALLERY

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
© studio ATTILIO TERRAGNI Via Andrea Verrocchio 30 20129 MILANO Partita IVA: